Modulo di adesione al CSA della CISAL Università
Il CSA della Cisal Università sul territorio

Clicca sulla tua Regione

Contratti
RSU

 

Raccolta Sistematica

Quotidiani online
Link Utili
Gli Speciali

Ricerca nel sito con Google

Loading

Vecchi, sfiduciati e malpagati: sono i dipendenti della pubblica amministrazione

La fotografia del Forum della Pa: l'età media è salita a 50 anni a causa del mancato ricambio generazionale. Fermi anche gli stipendi. In perdita netta il confronto con i colleghi di Francia e Gran Bretagna. Fallimentari le politiche di mobilità: nel 2014 ha cambiato sede meno dell'uno per mille dei lavoratori. Impiegati pubblici 'vecchi' - l'eta media è 50 anni -, sfiduciati, ma economici. I dipendenti pubblici costano sette miliardi in meno dell'anno scorso, 120 miliardi meno che in Francia e 75 miliardi meno che nel Regno Unito. E' la fotografia dei dipendenti pubblici italiani, messi a confronto con i colleghi francesi e britannici, scattata dalla ricerca presentata in occasione della ventisettesima edizione del Forum della Pubblica amministrazione.

 

Corte di Cassazione - Infortunio in itinere - Vai in bici da casa al lavoro? Sei tutelato in caso di incidente

La pronuncia della Cassazione rende giustizia a chi usa la bici per andare a lavorare. Un impiegato livornese, al termine del proprio turno di lavoro, inforcava la propria bicicletta per far recarsi a casa dove, tra l’altro, lo attendeva la suocera alla quale egli avrebbe dovuto praticare un’iniezione. Durante il tragitto, di circa 500 metri, il lavoratore veniva urtato da un motociclo e, quindi, subiva lesioni. Chiedeva allora il riconoscimento dei diritti connessi ad un infortunio in itinere.

 

Università, al via l'iter di assegnazione del Fondo 2016 da 6,9 mld

Roma 7 maggio 2016 - Quota premiale: dal 2017 gli atenei potranno ‘scommettere’ sui loro punti di forza. Giannini: “Programma Nazionale Ricerca muove primi passi: fondi per incentivare il numero dei ricercatori e la loro mobilità”

Al via l’iter per l’assegnazione alle università statali del Fondo di finanziamento ordinario (FFO) 2016 da 6,9 miliardi. Il decreto con i criteri di ripartizione è stato inviato alla Conferenza dei Rettori (CRUI), al Consiglio Universitario Nazionale (CUN), al Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU) e all’Agenzia di valutazione del sistema universitario (ANVUR) per il previsto parere.

 

Sentenza Corte di Cassazione: La vacanza contrattuale deve essere riassorbita

La sezione lavoro della Cassazione, con sentenza n. 8444 del 28 aprile 2016, ha affrontato un tema assai dibattuto, riguardante il riassorbimento o meno della indennità di vacanza contrattuale, che viene riconosciuta ai dipendenti pubblici in caso di tardivo rinnovo del ccnl. I Giudici della Suprema Corte, nell’accogliere le tesi del datore di lavoro (il Miur) - che si era visto dare ragione in appello, dopo essere risultato soccombente in primo grado - hanno sottolineato che «una volta che il lavoratore abbia percepito gli incrementi retributivi destinati, secondo il negoziato tra le stesse parti, a coprire anche l’effettivo aumento del costo della vita, non possa più riconoscersi per lo stesso periodo l’indennità di vacanza contrattuale,

 

Seminario CISAL : Flessibilità senza penalizzazioni. La proposta CISAL per una Previdenza equa

La CISAL terrà martedi 10 maggio pv alle ore 9,30 - presso il CNEL, in viale David Lubin,2 Roma - un seminario dal titolo: Flessibilità senza penalizzazioni. La proposta CISAL per una Previdenza equa. Dal bilancio INPS a 10 anni di interventi ''tampone'' sulle pensioni, errori ed orrori che sono ancora possibile correggere. Fonte CISAL

 

Circolare Inps in materia di congedo di maternità in caso di parto prematuro e sospensione del congedo in caso di ricovero del bambino

L'INPS, con la circolare n° 69 del 28.4.2016 fornisce istruzioni in ordine all’indennità di maternità per i giorni ulteriori rispetto ai 5 mesi riconosciuti nei casi di parto molto prematuro ex art. 16 T.U., come modificato alla lett. d). Le istruzioni riguardano sia il conguaglio delle indennità anticipate dai datori di lavoro sia i casi residuali di pagamento diretto. Sono altresì fornite istruzioni per l’accreditamento della contribuzione figurativa ai fini pensionistici, sia per i lavoratori del settore privato che per i lavoratori del settore pubblico,

 

Ufficio Studi CSA della Cisal Università - ANCORA PERSEO-SIRIO…

A cura del dott. Damiano Curcio - Ufficio Studi CSA della Cisal Università

Qualche settimana fa qualcuno ha scritto, con grande soddisfazione, che il fondo pensione Perseo-Sirio, aveva superato la fatidica cifra dei 30.000 iscritti, per l’esattezza 30.650 ( si premette che il bilancio 2015 non è stato ancora pubblicato) aggiungendo “… Anche qui i gufi sono stati sconfitti…”. Evidentemente hanno funzionato i modelli di pubblicità messi in campo in tutta fretta ed a livello nazionale: riunioni, convegni, assemblee, volantini, manifesti; altro che elezioni amministrative! Tutto teso a far sì che ci fossero più adesioni al nuovo fondo che ricordiamo, a fine 2014 contava circa 17.200 iscritti. Meno male che la soglia è stata raggiunta ad un mese dalla scadenza prevista dalla Covip, altrimenti anche il citato fondo sarebbe stato assorbito da altro esistente (forse Espero). In effetti è quello che è successo al fondo pensione Sirio e cioè inglobato nel Perseo per mancanza di iscritti e con un bilancio in disavanzo rispetto ai contributi versati dagli iscritti fino al 2013. A proposito; il disavanzo del vecchio fondo su chi graverà in futuro? Perché le alternative sono due: o gli appartenenti dell’ex fondo Sirio partono “azzoppati” nel nuovo fondo o il disavanzo è detratto dall’eventuale attivo degli appartenenti all’ex fondo Perseo.

 

Recepito anche dalla Corte dei Conti: in sede di contrattazione, anche decentrata, deve escludersi la responsabilità contabile a carico dei rappresentanti sindacali che abbiano concluso accordi illegittimi in danno alle finanze dell’ente pubblico

Questo il principio sancito dalla Cassazione a Sezioni unite con ordinanza n. 14689/2015 che viene recepito dalla Corte dei Conti, Sezione giurisdizionale per la Toscana, con la sentenza n. 68 del 15 marzo 2016, che respinge pertanto la tesi della Procura che aveva invece ipotizzato un’estensione della responsabilità amministrativa ai rappresentanti delle RSU e delle OO.SS. territoriali, stante il concorso determinante fornito da tali soggetti al perfezionamento e alla firma degli accordi produttivi di danno.

 

Pubblico Impiego, Cavallaro (CISAL): agli statali stipendi bloccati e tutele ridotte

Alla riduzione del numero dei comparti non è seguito l’auspicato rinnovo dei contratti. Inutile e tardiva, in tal senso, la levata di scudi di CGIL, CISL e UIL, funzionali al Governo nella riconfigurazione della PA.
Roma, 13 aprile 2016 – “Le organizzazioni sindacali non autonome, che il 5 aprile scorso hanno sottoscritto la riduzione dei comparti del Pubblico Impiego da 11 a 4, si sono rese complici di un nuovo tentativo del Governo di eliminare ogni forma di confronto e di dissenso espressi dalle parti sociali.

 

Comunicato del segretario generale - Lettera alla Presidenza del Consiglio dei Ministri

Roma, 13.04.2016                                                                                  In data odierna è stata trasmessa alla Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dip. Funzione Pubblica il documento che si riporta in calce ed allegato a fondo pagina.

 
Find the Best Web Hosting which offers reliable service and top quality support

Tabelle Assegni Familiari
2015-2016


Tutto su IMU e TASI

Convenzioni

 

 

Concorsi

Powered by